Cavatelli con il Puleggio ricetta Sannita

Il cavatello è una delle paste di casa più mangiate durante i pranzi domenicali dalle nostre nonne, quanti di voi da bambini seguendo i gesti sapienti e decisi della propria nonna hanno provato a realizzare i famosi “cecatiell”. Ma il puleggio? cos’è ? E’ proprio questo ingrediente a rendere poco conosciuto questo piatto e certamente ormai in disuso, una vera e propria rarità gastronomica.

Si tratta di una specialità di quei paesi che fanno da contorno alla città di Benevento più vicini alle zone di Avellino, come ad esempio Apice. Cos’è il puleggio? In dialetto Beneventano si chiama “pulieo” si tratta di un’erba spontanea (nome botanico: Mentha pulegium) dalle numerose proprietà benefiche sulla salute. Basti pensare che in passato veniva usata come rimedio contro dolori e contratture muscolari, e come un potente espettorante per i bronchi.

Preparazione del condimento per i cavatelli al Puleggio

Padellina sul fuoco un filo di olio extravergine di oliva, possibilmente sannita, uno spicchio d’aglio ad aromatizzare l’olio, e giù con un trito sottile di lardo o guanciale o pancetta e il puleggio tagliato a mano a ciuffetti di 2 o 3 foglioline ciascuno. Lasciate soffriggere il tutto per una decina di minuti.

Ecco, a questo punto le strade si separano, chi preferisce il sugo rosso può aggiungere al soffritto del pomodoro pelato e lasciar cuocere, dopo aver salato il tutto, per poco meno di un’ora, chi invece preferisce questa preparazione “in bianco” può procedere a lessare la pasta preferibilmente fatta in casa.

Dopo aver lessato la pasta unitela al condimento mantenendo un po’ d’acqua di cottura per la mantecatura, affinché il condimento penetri all’interno della struttura della pasta.


RISTORANTE IL POSTO

Cucina tipica Beneventana, Cucina di Pesce

Categories:

Tags:

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Trip Advisor
SLUURPY

Chiama adesso

Visit Us On FacebookVisit Us On Youtube